martedì 18 dicembre 2012

alla mattina

la mattina quieta si muove vibrante,
le promesse che tende sul palmo della mano,
cadono leggere
verso alla sera invocata dal poeta,
senza gravità,
senza essere domate.

7 commenti:

  1. Giorno gravido di promesse? E' passato tanto tempo, non me ne ricordo più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la mattina è sempre gravida di promesse, poi quando arriva la sera ti accorgi di quella sottile delusione che rimane nel petto. alla mattina...per foscolo invece è alla sera il sentimento più ruggente.

      Elimina
    2. Forse ci dovrebbe fare meno propositi... E fare e basta... Le parole le solleva il vento, le azioni, anche se sono solo sassolini, non se ne vanno a zonzo...

      Elimina
  2. Risposte
    1. il bello della neve è che ogni singolo fiocco è diverso dall'altro, non ne esistono 2 uguali, come gli uomini.
      ma non so se credere a questa cosa. tu ci credi?

      Elimina
  3. È quando sei steso nel letto freddo, che turbinano nella mente le idee più brillanti. Ma per non svegliarla rimandi all'indomani. Ed è tutto perduto.

    RispondiElimina
  4. vero ago, vanno sprecate, rimane solo un vago ricordo

    RispondiElimina