martedì 4 dicembre 2012

il cavaliere inesistente


di italo calvino

-sono tornato, buona gente, per restare con voi…
-evviva! bene! Viva lui! viva la sposa!
-aspettate a sfogare la vostra felicità alla notizia che sto per darvi; l’imperatore carlomagno, al cui sacro nome d’ora innanzi v’inchinerete, mi ha investito del titolo di conte di curvaldia!
-ah…ma…carlomagno…? veramente…
-non capite? ora avete un conte! vi difenderà ancora contro le angherie dei cavalieri del gral!
 -oh, quelli è da un pezzo che li abbiamo cacciati via da tutta la curvaldia! vedete, noi per tanto tempo si è sempre obbedito… ma adesso abbiamo visto che si può viver bene senza dover nulla né a cavalieri né a conti… coltiviamo le terre, abbiamo messo su delle botteghe d’artigiano, dei mulini, cerchiamo da noi di far rispettare le nostre leggi, di difendere i nostri confini, insomma si tira avanti, non ci possiamo lamentare. voi siete un giovane generoso e non dimentichiamo quello che avete fatto per noi… a star qui vi si vorrebbe… ma alla pari…
-alla pari? non mi volete come conte? ma è un ordine dell’imperatore, non capite? è impossibile che vi rifiutate!
-eh, si dice sempre così: impossibile… anche togliersi di dosso quelli del gral pareva che fosse impossibile… e allora avevamo solo roncole e forconi… noi non si vuole male a nessuno, signorino, e a voi meno che a tutti… siete un giovane che vale, avete pratica di tante cose che noi non si sa… se vi fermate qui alla pari con noi e non fate prepotenze, forse diventerete lo stesso il primo tra noi…
-torrismondo, io sono stanca d tante traversie,- disse sofronia sollevando il velo. –questa gente ha l’aria ragionevole e cortese e la città mi pare più bella e meglio fornita di tante… perché non cerchiamo di venire ad un accomodamento?
-e il nostro seguito
-diventeranno tutti cittadini di curvaldia,- risposero gli abitanti, -e avranno secondo quello che varranno.
-dovrò considerare pari a me questo scudiero, gurdulù, che non sa neppure se c’è o se non c’è?
-imparerà anche lui… neppure noi sapevamo d’essere al mondo… anche ad essere si impara…

8 commenti:

  1. :)))))
    (Calvino ha il potere di alleggerirmi il cuore ogni volta che mi pesa così tanto da farmi male. Felice coincidenza leggerlo e vederlo da te oggi! Mi fa tanto bene. Grazie!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te di avermelo fatto scoprire :)

      Elimina
  2. Adoro Calvino, potrei tranquillamente definirmi un Calvinista :)

    (Però la foto mi ha fatto ridere davvero un sacco!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. baol non avevo dubbi sulla tua fede. mi fa piacere che tu abbia riso, in fondo è stata una buona idea credo :)

      Elimina
    2. Ottima idea...ora però, non provarci con "Il visconte dimezzato" eh! ;)

      Elimina
    3. ciao baol, in effetti la copertina de "il visconte dimezzato" già l'ho fatta, avrei voluto tagliare il libro in 2 mi piangeva il cuore, quindi ho usato 2 sfondi diversi. :)

      Elimina