venerdì 28 ottobre 2016

Immagino

Immagino le carezze annullate dal tempo
i fiori di fine novembre
e le sbronze solitarie.


Immagino di tagliare gli spazi
con dita affilate per concentrarmi sull'angolino
che unisce il labbro,
quello inferiore a quello superiore
in un sorriso che racconta.


Immagino i discorsi fatti con gli sguardi
sull'arte della vita,
le avventure del passato
i rimpianti
i ricordi color miele
le camere d'albergo
l'attesa
il proibito,
i segreti confessati agli sconosciuti
e il fatto di rendersi conto
che si è sempre un'altra persona
lontano dai riflettori.

13 commenti:

  1. "Si è sempre un'altra persona
    lontano dai riflettori". Molto vero. A qualunque tipo di riflettore si faccia riferimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo te è facile essere se stessi fino in fondo?

      Elimina
    2. ma che domande, ovvio che no.

      Elimina
  2. Immagino le carezze annullate dal tempo
    i fiori di fine novembre
    e le sbronze solitarie.

    Struggenti, vere immagini di vite e amori perduti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo veramente il tuo stile

      Elimina
    2. Grazie AGO, sei un amico, ma la barba ce l'hai sempre avuta così o risalta di più col trucco?

      Elimina
  3. Bella, soprattutto nel finale. Rubo per la mia pagina. Un saluto, endi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io oggi faccio il mollicone e dico che sei te quella bella, anzi...molto di più :)

      Elimina
    2. Sei gentile, endi. Grazie :)

      Elimina
  4. Ma che ne pensate se inizio a studiare seriamente Tiziano Ferro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da ragazza studiavo Bob Dylan...e non a torto visto che ora è stato insignito del Nobel ;)

      Elimina
    2. Aspetta un po' di anni e vedrai Tiziano cavalcare i premi norvegesi e di Bob rimarranno solo le porte aperte dei paradisi.

      Elimina